Una dieta ricca di latte potrebbe non ridurre il rischio di fratture ossee

Anche se è da anni che medici, pediatri, nutrizionisti raccomandano di bere il latte per ridurre il rischio di fratture ossee grazie al contenuto di calcio, un recente studio condotto in Svezia e pubblicato sul British Medical Journal ha fatto decadere completamente questa tesi millenaria. I ricercatori hanno evidenziato che le donne che bevevano più di tre bicchieri (o 680 ml) di latte al giorno erano più soggette a fratture del bacino (oltre il 50%) rispetto a chi ne beveva di meno, riscontrando anche un maggiore rischio di mortalità in generale. Lo studio è stato effettuato monitorando per diversi anni oltre 61 mila donne e 45 mila uomini. Diversamente, un consumo regolare di alimenti a base di latte fermentato come lo yogurt e molte bevande contenenti probiotici, ha mostrato una minore incidenza di fratture. Una spiegazione plausibile è stata fornita dai ricercatori: gli zuccheri (lattosio e galattosio) del latte potrebbero essere la causa, avendo riscontrato infiammazione, stress ossidativo e un accelerato invecchiamento di tessuti e organi in alcuni animali da laboratorio nutriti con una dieta a base di latte. Il lattosio è l’unico zucchero presente nel latte, è un zucchero semplice e dà quel sapore leggermente zuccherato al latte. Tutti i tipi di latte contengono naturalmente il lattosio, in diversa quantità. Aggiungere altro zucchero (saccarosio) a una tazza di latte è assolutamente un’azione priva di senso, il latte va bevuto così com’è perché è già dolce. Questi risultati, preliminari, devono essere interpretati e validati accuratamente con ulteriori ricerche prima di non raccomandare il consumo quotidiano del latte per prevenire le fratture e le malattie dell’apparato scheletrico. Solo in UK il latte e i suoi derivati forniscono il 50-60% del calcio totale, e noi italiani non siamo da meno. Rimane il fatto che un’assunzione inferiore a 400 mg al giorno di calcio è un fattore di rischio per l’osteoporosi. La dieta mediterranea rimane al momento uno dei migliori modelli dietetici da seguire accuratamente contro malattie come aterosclerosi, ipertensione, infarto del miocardio ed ictus.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *