Quell’ insensata ” fobia ” della pasta se si desidera dimagrire

Esordisco così:

Perché ingrassiamo?

Non vi sono dubbi…
Basta guardarsi allo specchio e tirare le conclusioni:

Io sono così, perché mi ALIMENTO male. PUNTO.

La “CICCIA” in più, non è altro che grasso accumulato per:

a) Eccesso di calorie introdotte rispetto al fabbisogno calorico giornaliero;
b) Assunzione eccessiva di alimenti ricchi di zuccheri semplici e/o grassi (SATURI);
c) Sedentarietà: siamo persone estremamente e maledettamente pigre che non praticano alcuna attività fisica.

Nonostante la bella spiegazione, sono sempre i poveri carboidrati a essere messi in mezzo e a essere incriminati dell’aumento di peso corporeo, ma perché??? Come nutrizionista ho tentato di trarre le mie conclusioni, senza arrivare a una spiegazione plausibile e coerente. Quello che so per certo è che, molte persone in terapia dimagrante, nutrono un vero e proprio terrore nei confronti degli innocenti carboidrati, ma quella maggiormente colpevolizzata (poverina) è proprio la pasta. A tutti coloro che hanno smesso di mangiarla, per paura di ingrassare, dico solo che ripudiando la pasta e quindi i cereali e quindi i carboidrati, ripudiano anche il loro corpo, la loro stessa natura e quell’1% di cui sono costituiti (di carboidrati, appunto). Mi spiego meglio, il corpo umano (prendiamo ad esempio un soggetto adulto di 40 anni) è fatto di:

– ACQUA: 59%
– PROTEINE: 19%
– LIPIDI: 17%
– MINERALI: 4%
CARBOIDRATI: 1%
– MINERALI: tracce

Ora vi saluto. Vado a mangiarmi quel piatto di penne che vedete nella foto 🙂

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *