Le carenze nutrizionali che causano le afte in bocca

L’afta, detta anche stomatite o ulcera aftosa, è un disturbo caratterizzato dalla presenza di vescicole che possono svilupparsi sulla base delle gengive e/o sulla parte interna delle guance, sul palato e sulla lingua. Sono spesso accompagnate da un dolore intenso o bruciante che aumenta se si consumano alimenti acidi, salati e/o piccanti. Le cause delle afte non sono ancora note, ma alcuni fattori ne predispongono la comparsa, come carenze nutrizionali di vitamina B12, acido folico, ferro e una dieta sbilanciata e pro infiammatoria, povera di minerali, vitamine e antiossidanti, e ricca di zuccheri. La vitamina B12 è contenuta in pesce, carne, formaggio e uova. La vitamina B9 o acido folico nelle verdure a foglie verde scuro (cavoli, spinaci, broccoli), legumi, fegato e germogli di grano. Le fonti migliori del ferro sono invece carne e prodotti ittici, ma si trova anche in alimenti di origine vegetale (ogni volta che mangiate le verdure spremeteci mezzo limone sopra). Inoltre, per non ridurre l’assimilazione del ferro, meglio non associare nello stesso pasto cibi che ne sono ricchi con alimenti contenenti tannini come il tè, caffè e vino. Infine, per limitare la sensazione di bruciore, preferire cibi freddi e morbidi, come gelati, frullati di frutta o yogurt 🙂


Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *