La mia metodologia di lavoro è basata principalmente sulla personalizzazione del piano dietetico, senza stravolgere troppo le abitudini alimentari del paziente. La scelta degli alimenti viene concordata con il paziente ed è bilanciata in base alle necessità fisiologiche e all’eventuale presenza di patologie.

Il piano dietetico è elaborato principalmente in funzione delle abitudini alimentari del paziente: in questo modo risulta meno drastico e il cambiamento avviene in modo graduale.


Prima visita (durata: 1 ora circa)

  • Compilazione della cartella dietetica (anamnesi familiare, anamnesi fisiologica, anamnesi patologica, anamnesi farmacologica, valutazione degli esami del sangue)
  • Valutazione dello stato nutrizionale (anamnesi alimentare e storia del peso)
  • Rilevazione dati antropometrici (peso, altezza, calcolo dell’Indice di Massa Corporea (IMC), circonferenze)
  • Analisi bioimpedenziometrica (metodica rapida e non invasiva per l’analisi della composizione corporea – misurazione della massa grassa, massa magra, grasso viscerale)
  • L’obesità è spesso associata a notevoli disturbi respiratori perchè l’aumento adiposo al collo, al torace ma soprattutto all’addome (grasso viscerale), più che del peso in toto, inducono notevoli problemi alla funzione respiratoria. La respirazione è faticosa nel soggetto obeso, sia il cuore sia i muscoli coinvolti nella respirazione devono lavorare molto di più a causa dell’eccesso di peso che. Un altro motivo in più per dimagrire facendosi seguire dau professionista. Durante la visita si effettua quindi la misurazione, mediante saturimetro, del grado di ossigenazione del sangue, che, perdendo peso corporeo migliora.
  • Definizione degli obiettivi terapeutici, dei tempi e delle modalità del percorso da intraprendere
  • Preparazione di una dieta settimanale grammata, che verrà elaborata dopo la prima visita e consegnata nei giorni successivi (anche via email).

Per la prima visita è necessario munirsi degli esami del sangue di routine recenti (massimo 12 mesi). Nel caso in cui non dovessero essere disponibili è necessario farli prescrivere dal proprio medico di famiglia e portarli alla visita.

Il costo varia da 100 a 120 euro a seconda dello studio.

Controlli (durata: 30 minuti circa)

  • Valutazione della compliance (“aderenza”) al programma alimentare
  • Rilevazione dei dati antropometrici (peso, circonferenze e analisi della composizione corporea)
  • Eventuale variazione del piano dietetico tenendo in considerazione della stagionalità degli alimenti e anche in relazione all’andamento delle condizioni patologiche
  • Aggiornamento della cartella dietetica personale e discussione sugli obiettivi successivi

Le visite di controllo generalmente avvengono 1 mese dopo la consegna del piano alimentare, ma, in base alle esigenze del singolo paziente, il controllo può essere anticipato o posticipato.

Il costo varia da 40 a 60 euro a seconda dello studio.

E‘ più importante perdere peso o centimetri ? 🙂

Dilemma di tanti miei pazienti. Ricordatevi sempre che massa grassa e massa magra hanno si lo stesso peso, ma occupano un volume differente. Il grasso, infatti, occupa un volume maggiore e fornisce al corpo un aspetto molto più “flaccido”. Vi faccio un esempio: una persona che pesa 85 kg e che ha una massa grassa del 16% avrà un corpo visivamente più asciutto e compatto di una persona che pesa 70 kg e con una percentuale di massa grassa del 37%.
Quando il corpo “brucia” grasso, che come abbiamo appena visto occupa un volume maggiore, va a perdere centimetri nelle varie circonferenze. Per questo il nutrizionista, durante la visita di controllo, per valutare se i risultati sperati sono stati effettivamente ottenuti, da molta più importanza ai centimetri persi rispetto al peso.

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *