La salute delle unghie: dieta e integratori

Le unghie sono delle “estensioni dell’epidermide” che originano dalla matrice ungueale, sono costituite da una proteina chiamata cheratina, come i peli e i capelli.

Non tutti ne sono al corrente ma le unghie crescono 0,1 millimetri (mm) al giorno e un ciclo completo di riproduzione dura 100-150 giorni. Sono sensibili alle modificazioni fisiologiche e rallentano la propria crescita in condizioni patologiche o con temperature molto basse.

Cosa sono gli integratori per le unghie?

Gli integratori per le unghie sono prodotti da banco che, in condizioni d’insufficienza nutrizionale o di deterioramento specifico (delle unghie stesse), dovrebbero favorire il ripristino delle condizioni fisiologiche essenziali alla loro sintesi. Sono di due tipi:

  1. Integratori alimentari da assumere per OS (per bocca)
  2. Emulsioni e gel per uso topico (locale, sulle unghie stesse).

Gli integratori alimentari per le unghie da assumere per bocca (quelli su cui mi concentrerò) vengono generalmente commercializzati in capsule o compresse. Se ne consiglia l’assunzione in corrispondenza dei pasti principali per un totale di 1 o 2 compresse giornaliere (verosimilmente una a pranzo e/o una a cena). Si tratta di “miscele nutrienti” a base di amminoacidi solforati, sali minerali e vitamine. Ho preso come esempio la composizione di un noto integratore per unghie, gli ingredienti maggiormente utilizzati per sostenere la loro salute sono: oli (di soia e germe di grano), amminoacidi in forma libera (L-metionina, L-cistina, L-cisteina, acido glutammico e glicina) soprattutto solforati (L-metionina, L-cistina, L-cisteina), vitamine liposolubili cioè che si sciolgono nei grassi (β-carotene [vitamina A] e tocoferoli [vitamina E]), vitamine idrosolubili, cioè che si sciolgono nell’acqua (biotina o vitamina H ed acido pantotenico o vitamina B5), sali minerali (calcio [Ca], zinco [Zn], rame [Cu], zolfo [S], ferro [Fe]) e glicerolo.

Sottolineo e ricordo che gli integratori sono da assumere solo in caso di una dieta vegetariana o vegana errata, in quanto la mancata assunzione di proteine e, per contro, l’elevato apporto di fibre, favorisce l’indebolimento delle unghie; oppure in seguito a diete eccessivamente restrittive per perdere peso, che riducono l’apporto di tutti i principali nutrienti delle unghie e persino del minimo indispensabile di carboidrati; oppure a causa di uno scarsissimo consumo di frutta e verdura. Inutile dire che questa condotta alimentare, se non compensata dall’uso di integratori per unghie, riduce enormemente la varietà di sostanze essenziali per nutrire le unghie in modo adeguato. La mancanza di vitamina A, per esempio, rende la cute secca, i capelli secchi e opachi e le unghie fragili a rotture.

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *