Interazione farmaci e cibo: alcuni suggerimenti

Alcuni nutrienti presenti negli alimenti possono interagire con i farmaci riducendo l’effetto terapeutico sperato, ma anche fare nascere dei seri effetti tossici collaterali, ecco allora di seguito alcune combinazioni da evitare:

Anticoagulanti

Con l’assunzione di anticoagulanti si sconsiglia l’assunzione di cibi quali spinaci, cavolfiori, broccoli, erebette, biete e tuorlo d’uovo, per l’alto contenuto di vitamina K, così pure gli integratori a base d’ortica e castagno.

Infezioni Urinarie

Evitare gli agrumi che ridurrebbero o annullerebbero l’efficacia dei medicinali apposta per questi disturbi (esempio la cistite). Mentre al contrario il succo di mirtillo, susine e le prugne lo potenziano.

Tetracicline

Con le tetracicline è bene evitare latticini e tutti gli integratori a base di ferro e calcio.

Aspirina

Non dovrebbe mai essere assunta con succhi di frutta, che altererebbero la sua azione o con bevande alcoliche.

Broncodilatatori

Con l’uso di broncodilatatori non si devono ingerire alimenti o bevande a base di caffeina in quanto sollecitano il sistema nervoso centrale.

Antibiotici

Durante la terapia antibiotica ridurre i cibi solidi e favorire quelli liquidi come minestre, zuppe o passati di verdura per non sovraccaricare le funzionalità di fegato e reni.

Patologie renali

In caso di patologie renali, epatiche, gravidanza non si dovrebbero assumere integratori proteici e di aminoacidi.

Integratori di fibre

Gli integratori di fibre possono rallentare l’assorbimento di alcuni farmaci come quelli per l’epilessia.

Iperico

Può interferire con l’assunzione di altri farmaci, potenziandoli o annullando l’efficacia.

Ginko Biloba

Durante l’assunzione di anticoagulanti o antiaggreganti piastrinici è sconsigliato l’uso di integratori contenenti gingko biloba.

367-ginkgo-leaves

Foglie della pianta di Ginko Biloba

Il succo di pompelmo

Il succo di pompelmo contiene una sostanza che inibisce il metabolismo di alcuni farmaci alterandone l’efficacia. Inoltre, la pillola anticoncezionale non dovrebbe essere assunta con il succo di pompelmo in quanto quest’ultimo ne può ridurre l’efficacia.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *