Cocco, soia, riso, mandorla, avena. Qual è la bevanda vegetale migliore?

Pur sostenendo che il latte vaccino rimane la migliore scelta nutrizionalmente parlando, i ricercatori hanno individuato nella bevanda alla soia il profilo nutrizionale più interessane. E gli altri?

La bevanda vegetale alle mandorle, spicca per le poche calorie (24 per 100 ml io trovo ottima l’azienda Alpro), l’alto contenuto di acidi grassi monoinsaturi ma un basso contenuto di proteine e di calcio (spesso viene fortificato però). Lo consiglierei per chi ha il colesterolo alto e intende perdere peso. Attenzione che le mandorle possono causare allergie.

Quella di riso è gradevole perché la più ricca di zuccheri rispetto a tutte le altre bevande, è più calorica (61 per 100 ml) ma può essere una valida alternativa per coloro che risultano allergici al latte vaccino, alle mandorle o alla soia. Inoltre, è povero di proteine e non lo consiglierei ai neonati/bambini in crescita perché un consumo in eccesso può causare danni alla salute a causa dell’arsenico. Per intenderci, il latte di riso non deve essere sostituto dal latte vaccino o materno e le pappe di riso devono essere alternate con altri cereali.

Tendenzialmente quelle di cocco hanno un basso contenuto di calorie ma dipende sempre da marca a marca. E’ vero, contengono acidi grassi saturi, ma sono a media catena (MCT) come il laurico o il caprinico, quindi secondo diversi studiosi e nutrizionisti non gravano sui livelli del colesterolo, non sono così dannosi come si pensa.  

Le bevande di avena hanno meno calorie di quello vaccino, ridotto contenuto di grassi (presenti quelli polinsaturi), poche proteine ma ricco di zuccheri e fibre. E’ controindicato per chi soffre di celiachia perché contiene glutine. La consiglio a che deve tenere sotto controllo il colesterolo ematico.

Le bevande di soia risultano le più sovrapponibili in termini di nutrienti al latte vaccino. Non è neppure particolarmente calorica, pochi grassi saturi e un contenuto proteico simile al latte d mucca. Ma negli ultimi anni sta perdendo qualche colpo riguardo il discorso della soia OGM, il suo sapore non sempre gradevole, l’elevato potere allergenico e il fatto che ad alte dosi può creare interferenze con la funzionalità della tiroide.

Il mio suggerimento? Leggete sempre le etichette perché ad alcune aggiungono zuccheri o vengono fortificate con vitamine e minerali.

Il prossimo anno in commercio troveremo anche la bevanda vegetale alle castagne … staremo a vedere se piacerà 😀

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *